Ricerca personalizzata

domenica 16 dicembre 2007

Luttazzi censurato torna al Teatro.


Dopo la vergognosa censura di La7 Daniele Luttazzi non si arrende e ritorna con il suo decameron in teatro:

"Luttazzi e la compagnia di Decameron riproporrà dal vivo i testi della sesta puntata, mai trasmessa. "Sarà - afferma il conduttore ad Articolo21 - un'oretta agile e caustica di protesta contro la censura assurda e la cancellazione della satira dal palinsesto tv". Appuntamento all'Ambra Jovinelli domenica 16 dicembre alle ore 21. L'ingresso è libero fino a esaurimento posti. Per partecipare alla serata si possono ritirare voucher dalle 16 alle 19 di sabato 15 presso il medesimo teatro. Articolo21, l'Arci, l'associazione Uniti a Sinistra, il Comitato per un'altra Tv, tra le altre sigle, parteciperanno alla serata."(Libero)

Luttazzi riproporrà tutte le sue critiche eleganti a corruttori e corrotti e potrà finalmente esprimersi senza il problema (ricatto) della censura.

E' vergognoso come nel 2007 dopo tante belle parole tendiamo a giudicare il nostro sistema moderno e di mentalità aperta e critichiamo sistemi orientali e non solo come Cina o Birmania che noi etichettiamo (sicuramente lo sono) come paesi poco liberi credendo nel nostro occidente all'avanguardia....Ma se un comico in Italia non è libero di fare ridere e come Luttazzi viene censurato....per carità dai...non ci resta che il Bagaglino. E ce lo meritiamo!

4 commenti:

2112 ha detto...

Ecco la frase che ha fatto infuriare i vertici de La7: "Dopo 4 anni guerra in Iraq, 3.900 soldati americani morti, 85.000 civili iracheni ammazzati e tutti gli italiani morti sul campo anche per colpa di Berlusconi, Berlusconi ha avuto il coraggio di dire che lui in fondo era contrario alla guerra in Iraq. Come si fa a sopportare una cosa del genere? Io ho un mio sistema, penso a Giuliano Ferrara immerso in una vasca da bagno con Berlusconi e Dell'Utri che gli p... addosso, Previti che gli c... in bocca e la Santanchè in completo sadomaso che li frusta tutti".
Fonte La Repubblica

Ora non voglio essere troppo severo, ma mi sembra che certe volgarità si potessero proprio evitare.
Per far ridere non occorre essere necessariamente volgari e offendere la dignità di altre persone (e vi dico che a me Ferrara sta abbastanza sulle p....).
Quindi ritengo giusta la censura di Luttazzi e la sospensione del suo programma.
Non si può dire sempre tutto quello che si vuole e poi giustificarsi dicendo che è satira per non subire conseguenze.

admin ha detto...

bah allora dovrebbero censurare nche ciao darwin e studio aperto...si vanno a vedere le volgarità solo dove si vuole vederle. Poteva bastare la censura di quella parte semmai..ma la sospensione del programma direi di no...

2112 ha detto...

non mi pare di aver mai sentito volgarità così pesanti a ciao darwin o studio aperto.
comunque in effetti il 90% della televisione italiana fa schifo, quindi sarebbe veramente un bene per tutti abilire certi programmi.
riguardo a luttazzi in effetti la sospensione del programma può sembrare eccessiva, ma va ricordato che il suddetto lutazzi non è nuovo a "pensate" di questo genere: alcune sue performace passare erano già state aspramente criticate per l'eccessiva volgarità.
a quanto pare luttazzi no pare aver capito un granchè. pensiamo se fosse stato in diretta per esempio (!)...chi cnduce un programma deve anche pensare al possibile pubblico che lo guarda: luttazzi avrebbe carta quasi bianca (ma ora non più credo) se andasse in onda alle 4 di mattina.
comunque ripeto che secondo me quella frase non è nè comicità nè satira, è soltanto volgarità pura e gratuita per offendere delle persone.

begonzo ha detto...

probabilmente si è dato la zappa sui piedi, perkè se non avesse usato quei termini FORSE sarebbe ancora in tv! ha cose da dire ma le "spreca", nel senso ke si fa mandare via x stronzate.....
....o forse no! forse l'avrebbero mandato via lo stesso anke se non così volgare! Luttazzi è scomodo!!